E’ bello entrare in chiesa la domenica e sentire il nostro Coro che si prepara ad animare la liturgia. Noto dei volti sorridenti e gioiosi, al loro posto, pronti rendere la nostra liturgia bella e coinvolgente. Penso a queste persone che ogni martedì sera si trovano in chiesa per imparare e provare i canti, magari dopo una giornata faticosa di lavoro, magari in un ambiente non sempre riscaldato a sufficienza.

Mi chiedo: perché lo fanno? Non gliel’ho mai chiesto perché la risposta è scritta nei loro occhi e nel loro volto: la gioia di dire grazie al Signore, al suo amore che ci fa incontrare come comunità ogni domenica per donarci la sua Parola e il suo Corpo.

A volte chiudo gli occhi e mi sembra di vedere il Signore che sta in mezzo a noi, ci viene accanto, ci da una stretta di mano, un sorriso, felice di incontrarci.

Grazie per il vostro impegno, dedizione ed entusiasmo.

Grazie perché amate la nostra comunità, la desiderate bella, gioiosa, felice e riconoscente nell’accogliere Gesù.

Grazie per il vostro sorriso e la vostra gioia.

Grazie perché sapete coinvolgere nel canto e nella partecipazione all’Eucaristia anche i nostri bambini.

Grazie perché siete un dono.

Grazie perché ci siete sempre.

A me piace pensare che alla fine di ogni celebrazione Gesù viene accanto a voi e vi batte le mani, come noi facciamo qualche volta, per dirvi anche lui “Grazie” per aver aiutato la comunità ad accoglierLo nel dono della sua Parola e del suo Corpo.

Grazie!