La parrocchia

 

UNA CHIESA CHE EVANGELIZZA


Nel ritiro del 10 settembre 2016, il Consiglio Pastorale Parrocchiale si è dato un programma con questo titolo, come effettivo impegno di una chiesa particolare che cammina insieme a quella universale. Infatti si è partiti da alcuni spunti tratti dall’esortazione apostolica “Evangelii Gaudium” e dall’enciclica “Laudato Si” di papa Francesco, ma anche tenendo conto del cammino dei frati, con la Lettera del Ministro Generale fra Marco Tasca dal titolo “Fare unità nella missione”. Nei lavori di gruppo si sono rilevati alcuni impegni concreti da vivere come comunità cristiana, sia all’interno dei gruppi parrocchiali che a livello di famiglie nella parrocchia.

 

Ecco i punti principali:

  • Se siamo felici, siamo missionari;
  • L’importanza della gioia e della gratitudine, perché sono contagiose;
  • Maggiore inter-attività tra i gruppi parrocchiali;
  • Mantenere un fecondo legame con le famiglie dei ragazzi nel cammino di fede, anche attraverso dei convivi;
  • Maggior legame dei giovani universitari con altri delle altre parrocchie della Diocesi;
  • Organizzare degli incontri di approfondimento sulla “Laudato Si”;
  • Evitare di fare la spesa nei giorni festivi.

La Parrocchia non è una realtà autonoma ed indipendente; solo la Diocesi è una Chiesa che ha una particolare autonomia ed è guidata dal Vescovo (o arcivescovo, come nel caso di Trieste), quale successore degli apostoli che, insieme agli altri vescovi delle varie diocesi del mondo intero, sono coordinate dal papa, il quale, essendo vescovo di Roma, presiede all’unità della Chiesa universale. Quindi la nostra parrocchia di san Francesco d’Assisi risulta essere un membro specifico del corpo che è la Diocesi di Trieste, guidata da mons. Giampaolo Crepaldi. Il parroco è nominato e incaricato dal vescovo, perciò agisce in suo nome e per suo conto. E’ bene che il parroco si avvalga dei fedeli laici e dei religiosi presenti nel territorio, sia in senso collaborativo che corresponsabile, anche se la responsabilità ultima (catechetica, liturgica, caritativa, spirituale, amministrativa ed economica) cade unicamente su di lui.

All’interno della diocesi di Trieste, le parrocchie sono raccolte in piccoli nuclei chiamati “Decanati”, per meglio lavorare tra parrocchie vicine. Noi facciamo parte del Decanato di “s. Antonio Taumaturgo” che, oltre alle due parrocchie già menzionate, comprende le parrocchie di S. Giovanni Decollato, Ss. Pietro e Paolo, Sacro Cuore di Gesù, Immacolato Cuore di Maria, S. Agostino e S. Giuseppe (Ospedale Maggiore). Il decano attuale è don Fabio Gollinucci (parroco di Ss. Pietro e Paolo).

 

agg. gennaio 2017

Ci lasciamo guidare dalla sapienza di S. Teresa di Calcutta, che tutti già conosciamo e simpatiziamo:

Le parole gentili possono essere brevi e facili da pronunciare, ma il loro eco è davvero infinito.


Fate che chiunque venga a voi se ne vada sentendosi meglio e più felice. Tutti devono vedere la bontà del vostro viso, nei vostri occhi, nel vostro sorriso. La gioia traspare dagli occhi, si manifesta quando parliamo e camminiamo. Non può essere racchiusa dentro di noi. Trabocca. La gioia è molto contagiosa!


Trova il tempo di pensare

Trova il tempo di pregare

Trova il tempo di ridere: è la fonte del potere, è il più grande pote- re sulla Terra; è la musica dell’anima!

Trova il tempo per giocare

Trova il tempo per amare ed essere amato

Trova il tempo di dare: è il segreto dell’eterna giovinezza; è il privi-legio dato da Dio. La giornata è troppo corta per essere egoisti!

Trova il tempo di leggere

Trova il tempo di essere amico

Trova il tempo di lavorare: è la fonte della saggezza, è la strada della felicità, è il prezzo del successo!

Trova il tempo di fare la carità: è la chiave del Paradiso!

Liturgia
Coordina le celebrazioni liturgiche, in maniera particolare in occasione dei Tempi Forti e delle feste parrocchiali (s. Francesco d’Assisi e s. Antonio di Padova); si sta lavorando per dare vita ad un vero e proprio Gruppo liturgico (lettori, cantori, ministranti, ministri straordinari della s. Comunione, gli addetti alla preparazione dell’aula celebrativa,…);
Oratorio
Coordina le attività ricreative dentro e fuori l’Oratorio, custodisce il materiale e le attrezzature sportive, organizza i convivi nelle feste parrocchiali e agenda l’uso delle sale dell’oratorio in occasione di feste di compleanno o di attività culturali promosse da gruppi esterni;
Evangelizzazione
Si occupa di vivere e comunicare il Vangelo di Gesù ad intra (tra i fedeli della parrocchia) e ad extra (verso gli altri, chiunque siano), aiutando a formare uno stile di vita umanitariamente sostenibile. Questa Commissione è costituita principalmente dal gruppo Missionario e dalla Caritas;
Catechesi/Famiglia
E’ costituita dal settore catechetico e dalla pastorale familiare, e si pone l’obiettivo di armonizzare e accompagnare l’impegno educativo tra famiglie-scuola-comunità cristiana.

Fra un mese, circa, inizieremo un nuovo anno liturgico (da domenica 27 novembre).

Vogliamo fare un passo avanti per vivere meglio la liturgia e, in maniera particolare, la liturgia eucaristica (la santa messa). Per questo abbiamo contattato nuovamente Michela Brundu per fare altri tre incontri di formazione liturgica: di venerdì, ore 19.00-20.30, in Franciscanum. Le date: 25 novembre, 2 e 16 dicembre.
Le adesioni sono aperte per chiunque desideri migliorare la partecipazione domenicale in chiesa, ma soprattutto per chi è coinvolto nell’animazione (lettori e ministeri vari). Come vedete nella locandina esposta in bacheca, fate riferimento alla sig.ra Susanna Bologna.

Entro domenica 20 novembre

Domenica 11 e 18 dicembre:

In fondo alla chiesa troverete gli addobbi preparati dai nostri bambini. Il devoluto delle vostre offerte sarà consegnato ai bambini dei luoghi terremotati in Centro Italia.

PROGRAMMA DELLA FESTA:
DOMENICA 27 SETTEMBRE ore 20:30:
Concerto del Gruppo Corale Soul Diesis. Repertorio di brani tradizionali di ispirazione religiosa (spiritual soul e gospel).

LUNEDI’ 21 SETTEMBRE - DOMENICA 4 OTTOBRE:
settimana di preparazione spirituale con predicazione francescana alle ss. Messe;

VENERDI’ 2 OTTOBRE ore 17.30-18:15:
adorazione eucaristica;

SABATO 3 OTTOBRE

  • Per tuto il pomeriggio: PESCA di BENEFICENZA
  • ore 16:30, tradizionale benedizione degli animali (in poricato);
  • ore 17.45, celebrazione del TRANSITO di san FRANCESCO (ricordo della sua morte);
  • ore 18.30, S. Messa;
  • ore 19.30, Oscar A. Romero, morte per un popolo. Riduzione per una lettura drammatica e regia di Filippo Crispo. Con la partecipazione del gruppo musicale latinoamericano ENCUENTRO.

DOMENICA 4 OTTOBRE

  • PESCA di BENEFICENZA;
  • Ore 10.00, S. Messa solenne presieduta dall’arcivescovo mons. Giampaolo Crepaldi, con la partecipazione delle autorità civili e religiose. Apertura ufficiale del cammino italiano verso la GMG per Cracovia 2016;
  • ore 12.00: momento conviviale.

Domenica 25 aprile si riunisce a Concordia (PN) una rappresentanza delle famiglie delle 4 diocesi del FVG: vivranno il Giubileo con i rispettivi Vescovi anche a nome nostro. Mi piace cogliere questa occasione per illustrarvi come si arricchirà, quest’anno, la nostra pastorale familiare, in attento ascolto dei suggerimenti di Papa Francesco, che ci ha parlato con l’Esortazione post-sinodale AMORIS LAETITIA.


Infatti sentiamo maturi i tempi per osare raggiungere tutte le famiglie della parrocchia. Oltre al gruppo Famiglie, che continua il suo cammino di formazione e condivisione pastorale-spirituale (riflessione in coppia e interazione con i bambini), saranno avviati alcuni percorsi su diversi fronti:

SARA e TOBIA: pastorale dei fidanzati guidata dai coniugi Colla, Patrizia e Michele che, oltre ad accompagnare le coppie in preparazione al matrimonio, seguiranno i fidanzati nei primi passi (Tempo per Amare) e quelli che si sono già sposati, per alcuni anni;
MARIA e GIUSEPPE: pastorale delle giovani famiglie guidata dai coniugi Nicosia, Lorena e Vito, che accompagneranno le famiglie che chiedono il battesimo per i loro figli, fino all’età scolare;
ANNA e GIOACCHINO: è facile indovinare che sarà la pastorale dei...nonni! Guidata dai coniugi Liut, Maura e Gianfranco, animeranno le coppie di sposi che si ritrovano in una nuova stagione di vita (finalmente di nuovo soli, o quasi) che non è facile accogliere.

Tutti questi percorsi avranno appena 2/3 incontri per anno: sono alcune occasioni per incontrarsi, formarsi e condividere alla luce della dottrina della Chiesa e dell’esperienza umana. Sono aperti a tutti coloro che lo desiderano, e vogliono raggiungere in modo particolare le coppie/famiglie in difficoltà, perché trovino una parola ed una presenza di sostegno. A tempo debito vi saranno comunicate le date ed il luogo di ritrovo.

Domenica scorsa, in Cattedrale, al termine della preghiera del Vespro, il nostro Arcivescovo ha consegnato alle parrocchie (rappresentate dal parroco, da un membro del Consiglio Pastorale e da un catechista) e ai fedeli sinodali, un libro contenente i Documenti elaborati ed approvati dal V° Sinodo della diocesi di Trieste, terminato il 3 novembre 2015. Il Sinodo è frutto di due anni di preparazione e tre di celebrazione, ed ora è pronto per essere messo in pratica. Il Vescovo stesso ha ripetuto più volte che, a breve, inizierà la Visita pastorale alle parrocchie, proprio per incoraggiare e seguire questo cammino di “incarnazione” degli orientamenti sinodali, soprattutto in ambito liturgico, catechetico, caritativo e culturale. Nel Documento che ci consegnerà per il Tempo di Avvento ci illustrerà i dettagli di questa sua visita. Per noi di san Francesco non è un cominciare da zero, poiché molto di ciò che già facciamo corrisponde a questi orientamenti. Ci metteremo comunque in cammino dietro al Vescovo per ascoltarlo e seguirlo nei suoi consigli (quando ciò avverrà).

Mercoledì scorso si è riunito il CPAE per fare una valutazione dei lavori straordinari eseguiti in parrocchia e un aggiornamento della situazione economica.

Possiamo essere soddisfatti circa i tre lavori onerosi e necessari fatti nel giro di un anno (rifacimento della Centrale Termica con metanizzazione, da agosto a novembre 2015; costruzione del muro di contenimento confinante con l’edificio di via Giulia 74, dicembre 2015-gennaio 2016; e risanamento del camminatoio e intercapedine nel retro-abside della chiesa (luglio-settembre 2016) per una spesa totale di circa 214.000€.

Avevamo chiesto un prestito di 40.000€, che restituiremo alla Provincia dei frati appena possibile. Anche negli appartamenti dell’edificio di via dello Scoglio 23 sono stati rinnovati alcuni contratti e fatti lavori importanti.

Ora siamo proiettati verso la Primavera 2017, con la costruzione del Parco giochi per i vostri bambini, a fianco del campo da calcio!

Frati e laici insieme in cammino

Sabato 1° ottobre un gruppo di 56 persone della parrocchia di S. Francesco è partito insieme a fr. Tiberio per un Pellegrinaggio Giubilare nei luoghi degli ultimi anni di vita di S. Antonio.

L'iniziativa ha coinvolto frati e laici delle comunità parrocchiali francescane del nord Italia, ed è bello ricordare che è stata pensata e voluta dal nostro compianto p. Enzo.

La prima destinazione è stata il santuario di Camposampiero, dove Antonio ha avuto la visione di “Gesù Bambino, nato a Betlemme”. Qui si è vissuta l'esperienza del perdono, attraverso una liturgia penitenziale guidata dalle stesse parole del Santo, fervente sostenitore della confessione come via di accesso alla Grazia di Dio.

La seconda sosta è stata presso Arcella, santuario del Transito, dove Antonio morente ha avuto la visione di Dio, sperimentando su di sé quell'abbraccio della misericordia divina che ha trasformato tutta la sua esistenza terrena in luce. In questa esperienza dell'illuminazione sono state rinnovate le promesse battesimali. Sempre all'Arcella, i parrocchiani di S. Francesco hanno fatto una sosta al cimitero per visitare la tomba degli amati p. Enzo e pp. Bruno.

Infine, è stata la volta della Basilica del Santo, dove si è vissuta l'esperienza della gloria con l'ingresso attraverso il passaggio della Porta Santa e la celebrazione eucaristica. All'uscita della Basilica, è stato distribuito il tradizionale pane benedetto di S. Antonio.

Sabato 10 settembre scorso il CPP si è riunito presso il Centro Giovanile della Parrocchia “Madonna del mare”, con una prima parte aperta alla comunità parrocchiale e successivamente, dopo il momento conviviale del pranzo al sacco, con la riunione vera e propria.
Durante la mattinata si è svolto un momento comunitario dedicato alla riflessione sul tema “Una chiesa che evangelizza”, quindi sono seguiti la meditazione personale, i lavori di gruppo e la sintesi finale. Tutti i gruppi di lavoro sono arrivati alla conclusione che occorre “fare missione all’interno” della Parrocchia, partendo prima di tutto dalla contingenza della realtà, quindi la conoscenza di tutti i gruppi che operano all’interno di essa e le attività che organizzano. Bisognerà utilizzare molto di più le bacheche in fondo alla chiesa per creare un dialogo conoscitivo tra le varie realtà parrocchiali e i fedeli, che così potranno essere puntualmente informati.
È emerso che i tratti distintivi per tutti dovranno essere la gioia (tipica del cristiano toccato dalla grazia del Battesimo) e la comunicazione. Come ci indica Papa Francesco, la Chiesa è un “affare” di tutti e per tutti, quindi occorre il coinvolgimento personale di ciascuno in un progetto di vita da costruire insieme, dentro un orizzonte più ampio che è quello della parrocchia, partendo dai piccoli gesti quotidiani. Nessuno può sentirsi escluso e con il suo apporto arricchisce la vita comunitaria con le sue azioni e il suo stile evangelico.
Ci si è interrogati se tutti rispondiamo all’appello evangelizzatore della Chiesa o se “passiamo oltre”, togliendo di fatto luminosità alla comunità. L’impegno che il C.P.P. intende proporre per il prossimo anno pastorale è quello dell’evangelizzazione e questo significa appartenere alla parrocchia e fare la propria parte, dentro una catena di relazioni che fanno “gruppo” e comunità. Questa catena può restringersi o allargarsi nella misura in cui si è capaci di coinvolgere altri nella proposta di vivere il Vangelo, seguendo la strada che ci ha indicato Gesù.
Come ci suggerisce fra Marco Tasca (ministro generale dei nostri frati), la parrocchia deve essere “missiocentrica”, perché senza la dimensione missionaria non c’è Gesù.

Foto 1-9 Mercatino di Natale

Foto 10 e 11:  il Bambino Gesù illumina la nostra chiesa

Foto 12 e 13: IL NOSTRO PRESEPIO, in chiesa

Foto 14 e 15: IL PRESEPIO DEI BAMBINI, all'altare di san Massimiliano Kolbe

 

Domenica 27 settembre abbiamo iniziato la settimana francescana in preparazione alla festa del nostro patrono san Francesco (e dei 50 anni della parrocchia) con il concerto del gruppo corale SOUL DIESIS. Ecco alcune foto. Vi aspettiamo nei momenti celebrativi della settimana!

 

In occasione della festa di San Francesco sono stati organizzati alcuni bellissimi eventi che potete rivedere nelle foto.

Ozio Gallery made with ❤ by Open Source Solutions

PELLEGRINAGGIO PARROCCHIALE al Santuario di BARBANA

DOMENICA 1 GIUGNO

La partenza è alle ore 8.00, davanti la chiesa, mentre il ritorno è previsto per le 19.30, circa. E’ importante partire con puntualità per poter prendere insieme il traghetto da Grado all’isola.
Il costo complessivo è di 40€, comprensivo del viaggio in pulmann e traghetto, e il pranzo.
Le iscrizioni si effettuano in sacrestia entro il 15 maggio, lasciando il nome, numero di telefono e l’acconto di 20€. Il saldo alla partenza.
Per maggiori informazioni potete contattare la sig.ra Manià (tel.040.575325) o Marisa Pianigiani (040.0640014).

PARROCCHIA S. FRANCESCO D'ASSISI  -  TRIESTE

CONSIGLIO AFFARI ECONOMICI

BILANCIO CONSUNTIVO ORDINARIO PER L'ESERCIZIO

1 gennaio – 31 dicembre 2014

 

Il Consiglio Affari Economici della Parrocchia presenta i risultati del bilancio ordinario parrocchiale per l’esercizio 2014, le cui principali voci contabili di entrata e di spesa sono sinteticamente esposte nella tabella allegata la quale, per meglio valutare l’andamento economico, fornisce anche un confronto con il consuntivo degli anni 2013 e 2012.

 

Da giovedì 19 a sabato 21 febbraio abbiamo ricevuto la visita della B. V. delle Grazie. E’ stata con noi, ha ascoltato le nostre preghiere e suppliche, si è lasciata portare in diversi luoghi civili e religiosi (Guardia di Finanza, casa di riposo “Le Magnolie”, Collegio delle suore Dimesse), l’abbiamo invocata in chiesa con il s. Rosario e la celebrazione eucaristica. La gente è accorsa, numerosa e fiduciosa. Noi frati siamo convinti che non se ne è andata dimenticandosi di noi, ma ci porta nel suo cuore di Mamma e vera Discepola del suo Figlio, dispensatore di Grazie.

Grazie Maria!

{phocagallery view=category|categoryid=44|limitstart=0|limitcount=0}

Lunedì scorso (24 novembre) si è riunito il CPP per fare il punto della situazione nelle varie Commissioni parrocchiali (Liturgia, Oratorio, Catechesi e famiglia, Missione e carità) e per programmare insieme il tempo di Avvento. Cercheremo di vivere bene, con una cura e animazione particolare, le celebrazioni domenicali, coinvolgendo tutta la comunità.
Per questo ci siamo organizzati nel seguente modo: la 1° Domenica di Avvento (30 novembre) sarà preparata e animata dai ragazzi e catechisti del cammino di Iniziazione cristiana; la 2° domenica (7 dicembre) è la volta dei giovani (giovanissimi, giovani universitari e Città della fedeltà), la 3° (14 dicembre) avremo l’OFS, la MI e i Centri di ascolto e, infine, la 4° domenica (21 dicembre) ci saranno i piccolini con il gruppo famiglie, gruppo "Fraternitas" e la Caritas parrocchiale.
Domenica 25 maggio vogliamo inaugurare l’Angolo del caffè, nel cortile dietro il Franciscanum.
E’ un luogo che abbiamo già utilizzato in occasione del saluto a p. Lino, nel settembre scorso, ma ora vuole trovare un sapore settimanale.
Vi invitiamo tutti, infatti, dopo la messa delle 10, ad uscire dalla chiesa passando per questo “angolo” per bere un caffè insieme e chiacchierare un po’ con gli altri parrocchiani.
Senz’altro questa occasione potrà aiutarci a consolidare la nostra amicizia e, perché no?, la nostra fede.
Siamo sempre di fretta: sostare alcuni minuti insieme alle altre famiglie non può che farci del bene.
Proviamoci, sarà più rilassante di ciò che pensiamo!
E’ anche così che si costruisce la comunità.
Vi aspettiamo!!!