Famiglie

IL GRUPPO FAMIGLIE NELLA NOTTE DI NATALE

Ognuno di noi desidera vivere un Natale perfetto.

Gli addobbi, i regali, gli inviti a parenti e amici, gli abbracci, i sorrisi… Tutto deve essere al posto giusto, senza sbavature.

Eppure per tanti in questo mondo, segnato dalle guerre, dalla povertà, dalla solitudine, il Natale perfetto non esiste. A pensarci bene, forse, nemmeno il primo Natale lo è stato.

Ve li immaginate Giuseppe e Maria, stanchi, in viaggio, costretti a fermarsi in una stalla per far nascere il Re dei Re, al freddo, con tante preoccupazioni nella testa? No, non sembra un Natale perfetto! Eppure Gesù viene!

Viene oggi come duemila anni fa, per dirci che con Lui nessuno è mai completamente solo! Per camminare insieme a noi nelle polverose strade di questo mondo imperfetto e farci capire che possiamo cambiarlo, Lui si fida di noi!

E’ la responsabilità più grande e bella al tempo stesso che potessimo ricevere. Una missione a cui dedicare la nostra vita, attraverso le piccole cose, l’attenzione ai dettagli, l’educazione e la trasmissione dei valori ai bambini e ai ragazzi che saranno gli adulti di domani.

La famiglia, la Comunità, la condivisione di uno stile di vita Cristiano in un ambiente accogliente e amorevole come quello della parrocchia diventano quindi molto importanti. Ecco il motivo per cui le famiglie di questa comunità, insieme ai loro bambini, hanno scelto di vivere insieme un percorso di crescita spirituale e di condivisione, costituendo il Gruppo Famiglie, attraverso il quale rinnovare l’incontro con Cristo.

Ed ecco perché sono i ragazzi e i bambini di questa comunità parrocchiale ad animare la messa della notte di Natale. Per farlo si sono ritrovati insieme il 16 dicembre, in un incontro organizzato dal Gruppo Famiglie e aperto a tutte le famiglie che frequentano la nostra parrocchia, in cui sono stati preparati dei lavori per comporre il presepe sull’altare, personaggi che ci aiutano a comprendere la grandezza e il mistero dell’Evento di salvezza al quale assistiamo, la celebrazione del momento più importante, l’unico per cui fare festa, la nascita di Gesù!

Gesù viene! E ci promette che se quello che viviamo è un mondo imperfetto, se quello in cui invecchiamo è un tempo imperfetto, quello che un giorno avremo in cambio sarà un posto meraviglioso, tutto nostro. E non ci sarà tempo, perché sarà per sempre!

Auguri a tutti di un Natale imperfetto, ma vero e bellissimo, da cui partire per camminare insieme al Bambino che ha cambiato per sempre la storia del mondo.

Il Gruppo Famiglie

 L’abbiamo appena salutato al termine del nostro “ultimo incontro” insieme del sabato sera e, nel rincasare, mille pensieri, ricordi ed emozioni di questi anni riempiono i cuori di noi giovani famiglie. Tra i tanti, però, è più vivo degli altri il suo ultimo saluto, che riprenderà anche nell’omelia della Domenica, e che, ancora una volta, testimonia il suo vivere “fino in fondo e in prima persona” la sua scelta di essere frate: “rinnovo il mio sì, nell’obbedienza e nell’affidamento all’Amore”! 

Forse è stato sempre questo il “segreto” del nostro cammino insieme a Tiberio: condividere la “chiamata all’Amore” che lui, come frate, e noi, come famiglie, abbiamo scelto mettendo il Signore “al centro” della nostra vita nella consapevolezza del disegno che lui ha preparato per noi.

In questi anni questa condivisione è diventata sempre più profonda e ricca. La sua presenza sempre affettuosa, semplice e profonda allo stesso tempo e i tanti momenti ed esperienze vissute insieme ci hanno permesso di crescere nel “dono reciproco”.

Ci ha mostrato sempre come vivere la vita come il Signore sia l’unico modo per “fare ed essere famiglia”: la sua accoglienza, il suo sorriso, l’interesse sincero per ogni singola persona, la sua disponibilità verso i bisogni di ognuno di noi, la sua capacità di ascolto e la sua presenza costante hanno fatto si che crescessimo come famiglie e lui fosse per noi e per i nostri figli un punto di riferimento chiaro e costante a cui potersi affidare.

Tibi sei stato per noi un vero dono, che Dio ti benedica e ti guidi sempre come ha fatto sino ad oggi.

Anche noi rimarremo fedeli a quel “sì” - di Amore e di servizio - che tu ci hai aiutato a capire e vivere ancora più in profondità.

Buon cammino e .. Até sempre nella preghiera, nel cuore, nello Spirito e nell’amicizia.

Domenica 25 Settembre si è celebrato a Concordia il Giubileo delle famiglie delle diocesi del FVG, un appuntamento condiviso dalle 4 Chiese sorelle per incoraggiare le famiglie e chiedere in dono la letizia dell’Amore.
Papa Francesco ci ricorda che, nel cuore del giubileo, c’è la FAMIGLIA, come sorgente di vita, casa dell’amore, testimone del Vangelo, ma anche come luogo delle crisi affettive, delle difficoltà educative, delle rotture che feriscono, di cammini che riprendono. “Abbracciati da un Amore più grande” è stato il tema trattato da don Renzo Bonetti, presidente della Fondazione Famiglia Dono Grande. L’Amore di Gesù per la Sua Chiesa rispetto al quale ogni amore umano ha dei limiti e delle imperfezioni.
Don Renzo ha iniziato la sua relazione sottolineando che “…in Cristo Gesù comprendiamo che cosa è la Misericordia: Amore che consola, che perdona e dona speranza; solo il nostro rifiuto può impedire a Gesù di amare e di esprimersi...” Tutti siamo chiamati a vivere questo Amore.
“…il Sacramento del matrimonio non è una cosa, una forza, è una presenza: la presenza di Gesù che vuole amare; se contempliamo il Gesù che è in noi, saremo in grado di amare come Cristo”.
Don Renzo, infine, si è soffermato a commentare le opere di Misericordia in chiave familiare: consigliare i dubbiosi, istruire gli ignoranti, ammonire i peccatori, consolare gli afflitti, sopportare pazientemente le persone moleste….dar da mangiare... dar da bere… curare gli ammalati…
Tutti abbiamo bisogno di misericordia, tutti siamo in un unico cammino verso l’Amore più grande, ognuno con il proprio passo. Questo Amore ci abbraccia e ci intenerisce, donandoci la capacità di essere a nostra volta misericordiosi nella coppia, in famiglia, con gli altri.

Domenica 25 settembre 2016
I Vescovi delle diocesi del Friuli Venezia Giulia hanno deciso di celebrare un Giubileo delle famiglie, un’occasione condivisa dalle quattro Chiese sorelle, per chiedere grazia al Signore e testimoniare che vogliamo camminare insieme nel far crescere la letizia dell’amore.
Una rappresentanza delle famiglie della parrocchia parteciperà all'incontro.

Domenica 25 settembre, dalle ore 15.00 alle 18.00 a Concordia Sagittaria (VE), avrà l’occasione di incontrare e ascoltare don Renzo Bonetti, presidente della Fondazione Famiglia Dono Grande, e celebrare in cattedrale la S. Messa giubilare.