Preparazione al Battesimo

Percorsi di preparazione al Battesimo

 

Per info, contatta il parroco!

 

 

 

Termine di origine greca che significa immersione, calare nell’acqua, immergere. Nel nuovo testamento viene usato per indicare la nascita del cristiano attraverso il segno dell’acqua e la professione della fede.

E’ un dono di Dio, il più bello. Non siamo noi a scegliere lui, ma è lui che sceglie noi (Gv 15,16), per donarci la sua vita, il suo progetto d’amore. E’ un atto di fede, un atto sacro, in cui Dio è presente e manifesta la sua potenza. E’ la celebrazione della vita in pienezza. Ci mette in contatto con l’amore di Dio. Con il battesimo:

  • Siamo liberati dal potere del peccato «originale», dal male che fin dall’origine è in noi e che si manifesta quando rifiutiamo Dio.
  • Veniamo inseriti in Cristo morto e risorto per «conformarci» a Lui, diventare in pienezza anche noi «Figli» e crescere nella «statura di Cristo». «In Lui infatti viviamo, ci muoviamo ed esistiamo» (At 17,28).
  • In Lui veniamo inseriti, «nasciamo» alla vita Trinitaria: Padre, Figlio e Spirito Santo.
  • Già da ora partecipiamo alla risurrezione di Cristo, già da ora siamo e viviamo da risorti.
  • Diventiamo figli/e prediletti/e del Padre. Figli/e nei quali il Padre «si compiace» (Mt 3,17).
  • Riceviamo in dono lo Spirito Santo.
  • Diventiamo «Tempio», luogo in cui abita Dio, luogo in cui si celebra Dio. Luogo in cui noi possiamo vivere una relazione, un rapporto del tutto particolare con Dio: possiamo conoscerlo, amarlo e vivere secondo il suo progetto di amore.
  • Facciamo parte dell’unico corpo di Cristo che è la Chiesa.
  • La grazia di Dio non solo ci purifica, ci perdona, ci accoglie, ma ci ricrea. Non aggiusta, non restaura, ma ricrea.